venerdì 6 marzo 2009

Fa'taros e le sue favole

pensate mai a quello che state facendo?...no...no....non è una domanda retorica...
intendo dire nell'incedere della faccende quotidiane vi soffermate mai a riflettere sul sapore di quello che state facendo..
per esempio se state bevendo un caffè, se quel caffè (che bevete tutti i giorni magari alla stessa ora) proprio in quel momento che lo fate vi  piace, che sapore ha, vi da soddisfazione? vi rende piacevoli quei brevi momenti di pausa?
queste domande valgono per qualsiasi altra azione voi intraprendiate...
e la risposta il più delle volte rivela piacevoli o inaspettate sorprese.
provateci!

come mai vi invito a questa riflessione?
vi spiego.
qualche tempo fa conobbi una ragazza di Montalto, un grazioso paese della provincia di Cosenza, Rosanna (omonima!!!) vive e lavora a Firenze ma ha un legame fortissimo con la sua terra d'origine...e forse è proprio per questo che siamo diventate subito amiche!
Lei è un'assistente sociale per l'infanzia, un lavoro che richiede tanta sensibilità e dedizione, doti che non le mancano, ma la cosa che più mi ha sorpreso di lei e che più mi ha affascinato è che lei è una "decantastorie" come le piace essere definita.
Rosanna scrive favole, per i suoi bambini, e fin qui potrebbe sembrare una cosa anche abbastanza normale (anche se sfido a trovare, oggi, lo scrivere favole una cosa normale!), lo straordinario è che lei le racconta come in una rappresentazione teatrale, traducendo in immagini visive le parole dei suoi racconti con incantevoli oggetti di cui imbandisce la sua tavola e cadenzando il ritmo delle sue storie con una colonna sonora ben precisa.

Ieri, un pò per accontentare me, un pò perchè per lei è una passione, ho potuto assistere ad una sua performance. Nei suoi racconti cita sempre la Calabria ed i suoi prodotti o le sue tradizioni.
Ieri ci ha raccontato la storia di Ruggero Leoncavallo (personaggio realmente esistito), creatore di liriche, la più famosa è forse l'Opera "Pagliacci".
Incantevole. per 40 minuti sono tornata bambina...la mia immaginazione era completamente assorbita dalla sua storia.
Se vi trovate a Firenze o se capitate a Montalto approfittatene per vederla, è un esperienza unica; di solito la trovate nelle librerie o nelle piazze (con la bella stagione).
Da qualche tempo le sue favole sono pubblicate e si possono trovare nelle librerie.



Ed ecco per concludere una buona notizia:
La Calabria, dopo undici anni di commissariamento del settore rifiuti, potrà tornare alla normalità a partire dal prossimo anno. Il Piano regionale che supporterà l’operato del Commissario straordinario per l’emergenza ambientale, infatti, prevede la realizzazione di una decina di discariche a servizio degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti urbani, il rilancio della raccolta differenziata ‘porta a porta’ in tutti i Comuni e una sovvenzione alle piccole e medie imprese calabresi che utilizzeranno i ‘Raee’ (rifiuti elettronici) e la plastica riciclati. (fonte)



1 commento:

sabrina ha detto...

scusa se uso il tuo blog per comunicare con te.
sono sabrina di vivere semplice
volevo dirti grazie per il tuo commento.
sudare, cambiare aria alla stanza e bere sono davvero le 3 cose piu sensate da fare quando c'e' la febbre.grazie davvero.
ciao
sabrina