venerdì 20 giugno 2008

per l'autonomia

Vorrei presentare una iniziativa promossa dal neo Comitato per l'Autonomia di Porto SantaVenere
che si svolgerà il 28 giugno, sabato prossimo.
Mi preme farne pubblicità perchè al di là dello scopo principale, quello dell'autonomia appunto, il Comitato si fa promotore anche di diffondere quella responsabilità civile che dalle nostre parti sembra sempre essere insufficiente. La pulizia della spiaggia vuole farsi simbolo della dimenticata coscienza del valore delle nostre spiaggie, del mare e della bellezza del patrimonio paesaggistico che abbiamo la fortuna di fruire. Inoltre l'iniziativa ha lo scopo di condividere ancora le tradizioni popolari del paese, nonchè rimarcare e verificare le motivazioni che spingono all'autonomia.
Per chi è interessato o per chi si trovasse in zona, al di là dello scopo sopraesposto consiglio di parteciparvi, se non altro per scoprire di che pasta è fatta questa zona meravigliosa della Calabria.

6 commenti:

stella ha detto...

Complimenti!

Pino Amoruso ha detto...

Bellissima iniziativa con la speranza che chi usufruisce delle nostre spiagge, boschi contribuisca a sporcare di meno...

Buon fine settimana ;-)

Melina2811 ha detto...

stò facendo un giro sui blog amici per salutare in quanto stò partendo per qualche settimana. Maria.

Masino ha detto...

Quello che non riusciro' mai a capire e' come mai in Calabria la condizione dei litorali e' sempre una continua emergenza e le persone preposte pensano al funzionamento ed alle condizioni delle pinete, spiagge, depuratori, viabilita', ecc. due settimane prima della stagione estiva. Penso proprio che non avro' mai una risposta, o meglio, credo di averla ma la mia ipertensione non mi permette di alterarmi piu' del lecito. Bella iniziativa comunque, grazie.

calabrisella ha detto...

stella: grazie all'impegno di chi ama la propria terra
pino: incrociamo le dita, buon we anche a te
melina: grazie per i saluti e buon viaggio
masino: capisco la tua perplessità e la condivido, la strada per una consapevolezza a 365 giorni è ancora lontana ma sono ottimista.

Anonimo ha detto...

caro masino è sempre la solita storia, si vive nell'approssimazione, non si programma, non si investe nel futuro, non si vede oltre il proprio naso.
in questo disastro sociale, per fortuna c'è gente che non molla.